Google costruirà piattaforma dati nuvola di Vodafone. Coinvolti Spagna, Regno Unito e Stati Uniti

1 day ago 5

Google Cloud e Vodafone hanno firmato un accordo strategico con una durata di sei anni che estenderà la collaborazione tra le due aziende e che avrà come primo obiettivo la costruzione di una piattaforma dati globale nel cloud per l’operatore. Il progetto coinvolgerà circa 1.000 lavoratori di entrambe le aziende in Spagna, Regno Unito e Stati Uniti, e fornirà il servizio ai lavoratori nei 26 paesi in cui la piattaforma opera, secondo Google.

Con questo accordo, spiega una nota, Vodafone si aspetta di essere in grado di fornire nuovi servizi e migliorare la sua analisi dei dati essendo in grado di adattare, ad esempio, l’uso delle sue reti alla domanda o migliorare il rilevamento dei problemi di rete, tra le altre funzioni. Per distribuire questi compiti, costruirà, in parallelo alla piattaforma (che sarà chiamata ‘Nucleo’), un servizio chiamato Dynamo che avrà la capacità di elaborare circa 50 terabyte di dati al giorno.

Dynamo sarà responsabile di dirigere tutto il traffico di dati di Vodafone su scala globale, e di estrarre, crittografare e anonimizzare dalla fonte al cloud e viceversa, consentendo l’analisi intelligente dei dati per generare efficienza e conoscenza. L’operatore britannico migrerà tutto il suo ambiente Sap al cloud di Google e sta già considerando 700 applicazioni per questa nuova piattaforma.

 

Il chief technology officer di Vodafone, Johan Wibergh, ha sottolineato che l’azienda sta “costruendo una base molto potente per un futuro digitale”. “Abbiamo una quantità immensa di dati; quando saremo in grado di elaborarli e distribuirli in modo sicuro nella nostra organizzazione, utilizzando le risorse di Vodafone e l’esperienza ingegneristica di Google Cloud, trasformeremo i nostri servizi”.

Il Ceo di Google Cloud Thomas Kurian ha spiegato che l’utilizzo di dati e analisi per offrire esperienze più differenziate è diventato più importante che mai durante l’attuale pandemia.

Read Entire Article