Processo Tirreno Power alle battute finali

9 months ago 52

Tratto da Savona News

Attenzione focalizzata sulle BAT (le migliori tecnologie disponibili). "Un gestore diligente non si deve limitare solo a rispettare i limiti di legge ma anche le Bat. È anti giuridico il comportamento di chi non le rispetta"


"Nel 2013 hanno ridotto notevolmente le emissioni di anidride solforosa per non incorrere nella riduzione della produzione. Come si fa a sostenere che non ci sia una colpa almeno generica? Non si sono posti minimamente il problema". 

Così il Pubblico Ministero Elisa Milocco nell'aula magna del Tribunale di Savona nell'ambito del processo legato alla centrale Tirreno Power arrivato praticamente alle battute finali. 

Il pm nelle sue repliche (svolte anche dall'avvocato di Medicina Democratica Laura Mara) si è soffermata su diversi aspetti, contrastando le tesi degli avvocati difensori che hanno concluso proprio oggi le loro arringhe difensive. 

"Le BAT secondo la difesa sarebbero rivolte solo alle pubbliche amministrazioni, invece sono dei documenti scientifici di settore ma non si rivolgono solo alle pubbliche amministrazioni ma anche alle imprese. Al fine di contenere le emissioni le imprese per ciascun inquinante devono infatti applicare la migliori tecnologie disponibili - ha detto il Pm - Le BAT dicono esattamente le modalità, non solo il valore forchetta, che devono essere attuate per contenere le emissioni. Dicono cosa deve fare Tirreno Power e tutto ciò non è stato fatto - ha proseguito il Pubblico Ministero - Un gestore diligente non si deve limitare solo a rispettare i limiti di legge ma anche le Bat. È anti giuridico il comportamento di chi non le rispetta".

3 anni e sei mesi erano stati richiesti dal Pubblico Ministero lo scorso 5 giugno per 24 imputati oltre ad una assoluzione……

Il prossimo martedì settembre verranno effettuate le repliche degli avvocati delle parti civili e dei legali della difesa e una settimana dopo, martedì 3 ottore, il giudice Francesco Giannone leggerà la sentenza

Leggi l’articolo integrale su Savona News


Read Entire Article