#UnPannelloInPiù a Bologna per l’ultima tappa del tour

1 month ago 203

Oggi sono stati donati i primi pannelli solari da appartamento alle famiglie bolognesi in difficoltà per ridurre la spesa dei consumi in bolletta e aiutare l’ambiente.  “Solo coinvolgendo i più fragili avremo una reale giustizia climatica e sociale”.

Chiunque può contribuire alla raccolta fondi e lasciare un pannello in sospeso

Nona e ultima tappa per un #UnPannelloInPiù, la campagna di Legambiente ed Enel X dedicata alla lotta contro la povertà energetica, che oggi arriva a Bologna per donare i primi pannelli fotovoltaici da appartamento alle famiglie in povertà sociale ed energetica, grazie alla stretta collaborazione con l’ASP (Azienda pubblica Servizi alla Persona).

La tappa è stata anche l’occasione per informare la cittadinanza su tutti gli strumenti attualmente a disposizione per ridurre la bolletta energetica: bonus sociali, lettura delle bollette, risparmio energetico, uso corretto degli elettrodomestici, efficienza, comunità energetiche e condivisione di beni e servizi, oltre naturalmente il fotovoltaico da appartamento. Duplice obiettivo della campagna è, infatti, quello di aiutare le famiglie in difficoltà e di informarle. Per questo Legambiente, con il sostegno di Enel X, ha lanciato da un lato l’iniziativa di raccolta fondi #UnPannelloInPiù con l’obiettivo di acquistare pannelli fotovoltaici da appartamento da donare alle famiglie in povertà energetica. Dall’altro lato un roadshow di nove tappe lungo la Penisola, per informare i cittadini sul tema e su tutti gli strumenti per fronteggiare il caro bollette.

Secondo le stime dell’Istat contenute nel rapporto Oipe 2021 (Osservatorio italiano sulla povertà) e rielaborati dall’ufficio studi della Cgia (Associazione artigiani e piccole imprese) di Mestre, in Italia circa 4 milioni delle famiglie vivono nell’impossibilità di procurarsi un paniere minimo di beni e servizi energetici. Tra le 120.918 e le 201.530 solo in Emilia-Romagna. Nel contesto in cui viviamo, di emergenza sociale e climatica, il fotovoltaico da appartamento rappresenta una soluzione –economica, di facile installazione e attivazione – per ridurre la povertà energetica e produrre energia sostenibile. Nello specifico, ogni pannello fotovoltaico “da balcone” consentirebbe un risparmio in bolletta fino al 25% l’anno per i prossimi 20 anni ed eviterebbe l’immissione in atmosfera di 145Kg di CO2 all’anno, equivalenti alla quantità di CO2 assorbita da circa 10 alberi.

 “La transizione energetica che fortemente chiediamo e che mai come ora è evidente che serva in tempi brevi, deve essere appannaggio di tutti. Non ci possiamo permettere che l’uscita dalle fonti fossili lasci indietro le fasce meno abbienti della popolazione. Anzi è proprio da queste che è necessario partire, riqualificando gli edifici di edilizia popolare, incentivando l’utilizzo di strumenti come questi pannelli, favorendo la nascita di comunità energetiche rinnovabili e solidali. Solo coinvolgendo i più fragili avremo una reale giustizia climatica e sociale.  Per questo siamo entusiasti di questa iniziativa che porta in dono pannelli solari a tante famiglie del nostro Paese colpite da povertà energetica; è un primo passo, fondamentale per avvicinare la popolazione a questi temi, ne servono molti altri, lavoriamo insieme per costruire il cammino”, dichiara Paola Fagioli, direttrice di Legambiente Emilia-Romagna.

 La soluzione proposta da Legambiente ed Enel X – il pannello fotovoltaico da appartamento – rappresenta uno strumento concreto dal grande potenziale in termini sia economici che ambientali. Considerando solo le abitazioni classificate come civile (A/2) ed economiche (A/3), parliamo di circa 23 milioni di potenziali balconi o superfici verticali che possono ospitare impianti di questo tipo.  Se solo il 20% di questi appartamenti si dotasse di un pannello fotovoltaico sul proprio balcone o finestra, si eviterebbe l’immissione in atmosfera di oltre 600mila tonnellate di CO2 all’anno, pari a quella assorbita da una foresta di circa 35 milioni di alberi. Questo gesto equivarrebbe a installare 1.6 GW di nuova potenza fotovoltaica, più della metà dell’obiettivo del Green Deal fissato per il 2022 in Italia. Inoltre, contribuirebbe a risparmiare circa 225 milioni di m3 di gas importato dall’estero

“Enel X è fermamente convinta che la sostenibilità può essere davvero accessibile a tutti solo se ognuno di noi ha a disposizione gli strumenti per essere protagonista della transizione energetica, estendendo a quante più persone la possibilità di godere dei benefici che derivano dalle azioni sostenibili. Il pannello fotovoltaico da appartamento Plug&Play, rappresenta l’esempio perfetto di questa filosofia” dichiara Lorenzo Pizzoferro, Global Product Owner Green Products e-Home di Enel X. L’iniziativa #UnPannelloInPiù nasce con questo spirito: anche un solo pannello in più può fare la differenza e ognuno di noi lo può donare dando un contributo per aiutare le famiglie in povertà energetica, facendo risparmiare loro fino al 25% l’anno in bolletta per i prossimi 20 anni. Siamo felici di poter supportare Legambiente in questa iniziativa solidale ed energetica, contiamo sulla collaborazione con le Istituzioni e di tutte le persone per poter donare i primi pannelli alle famiglie che ne necessitano della città di Bologna”.

La campagna #UnPannelloInPiù è stata presentata oggi in conferenza stampa a Bologna presso la sede di Legambiente Emilia –Romagna in via Massimo Gorki. Hanno partecipato: Paola Fagioli, direttrice Legambiente Emilia-Romagna, Tommaso Polci, Portavoce campagna #UnPannelloInPiù, Lorenzo Pizzoferro, Global Product Owner Green Products e-Home di Enel X, Rappresentante ASP della Città di Bologna, Luca Girotti, vicepresidente Legambiente Emilia Romagna. In serata, presso Piazzetta Maccaferri, invece è previsto un incontro informativo sugli strumenti e gli incentivi per affrontare la povertà energetica e la proiezione di “We The Power”, documentario di Patagonia sulle comunità energetiche in Europa.

Con la tappa di Bologna la campagna itinerante conclude il suo viaggio. Prosegue invece, fino all’autunno, la raccolta fondi per lasciare un pannello in sospeso a tante famiglie bisognose. Ad oggi abbiamo già raccolto circa 42.000€ che ci permetteranno di donare oltre 130 pannelli. Grazie alla raccolta fondi #UnPannelloInPiù, chiunque può dare un contributo per aiutare le famiglie in difficoltà socioeconomica. Un po’ come il caffè sospeso, ma con un impatto molto più significativo in termini di risparmio e qualità di vita. Per donare basterà andare sul sito di Legambiente  e scegliere l’importo che si vuole donare per contribuire ad acquistare un pannello fotovoltaico a chi non può permetterselo, sostenendo così la campagna. Un contributo iniziale di 50 pannelli fotovoltaici da balcone è stato già effettuato da Enel X, come donazione di partenza per la raccolta fondi. Le famiglie beneficiarie sono individuate in collaborazione con le associazioni locali.

Hanno già dato il loro sostegno alla campagna: Selvaggia Lucarelli, Carolina Crescentini, Donatella Finocchiaro, Federico Quaranta, Simone Rugiati, Massimiliano Ossini, Lorenzo Baglioni, Vittoria Schisano, Marco Martinelli, Luca Guidara, La Scienza Coatta, Letizia Palmisano, Zeudi Di Palma – Miss Italia 2021, Massimiliano Medda.

Continua a seguire gli aggiornamenti sui canali social di Legambiente e di Enel X con l’hashtag #UnPannelloInPiù.

 

L'articolo #UnPannelloInPiù a Bologna per l’ultima tappa del tour proviene da Legambiente.

Read Entire Article